Menù

Domande e risposte su Real Riders: Sophie McDearmid

Domande e risposte su Real Riders: Sophie McDearmid

La prossima è Sophie McDearmid, pilota e allenatrice di eventi a tempo pieno con sede nel nord-est dell'Inghilterra. Sophie ha la sindrome di Elhers-Danlos, il che significa che il suo corpo è un po' più fragile di quello di molti altri. Sophie ha un pacemaker gastrico e un sondino per l'alimentazione sullo stomaco, il che significa che trovare una protezione per il corpo adatta e comoda può essere una sfida.
Sophie monta da un po' di tempo la sua protezione per il corpo FOMO FAZE dopo averla acquistata dal grossista Tick Tack all'Hopetoun Horse Trials l'anno scorso e ha diversi cavalli dal livello base al livello 2*.
Abbiamo conosciuto Sophie un po' meglio rispondendo ad alcune domande veloci qui sotto...

1. Il mio spuntino pre/post comp è un latte d'avena e caramello al latte – non riesco a prenderlo. entra nel gioco senza uno!

2. La mia giornata a cavallo perfetta è una qualsiasi giornata di gara con Chester! Portarlo xc è la sensazione più bella del mondo perché lo adora così tanto e questo è contagioso. Se potessimo andare xc tutto il giorno saremmo entrambi così felici!
3. Cosa direbbe di me il mio cavallo: adora fare passi da gigante!
4. Ho avuto la fortuna di pedalare in alcuni luoghi incredibili, Bicton, Floors Castle, Allerton Park sono alcuni dei miei preferiti, ma il posto più memorabile in cui abbia mai pedalato deve essere il cortile di Andrew Nicholson! Mi dà ancora un pizzicotto il fatto che io e Chester abbiamo avuto l'opportunità di vivere lì per un anno.
5. Non posso vivere senza la mia giacca Revolution Race Cyclone 2.0, soprattutto quest'anno! È la giacca più impermeabile che abbia mai posseduto e mi mantiene asciutto e comodo tutto il giorno, anche nelle condizioni atmosferiche più difficili! Il cappuccio si adatta anche al mio cappello per le giornate particolarmente brutte.
6. A Remus, il nostro bambino di cinque anni, piace sbattere la testa! Ama agitare la testa su e giù in ogni occasione nella stalla. Big in qualche modo riesce sempre a fare la linguaccia sulle foto e Chester non galoppa per il campo quando è eccitato… rimbalza come un lama!
7. Se potessi cavalcare un cavallo nella storia, dovrebbe essere Arctic Soul. Tutti sanno che ho un posto speciale nel mio cuore per gli ex cavalli da corsa e per ogni cavallo che vive per il salto. Mi è sempre piaciuto vederlo volare in giro per l'XC nel tempo.
8. Cavalca il cavallo che è sotto di te. Non cercare di cambiare tutto in loro, ma migliora ciò che hanno naturalmente.
9. Durante le sessioni difficili, mi piace riportare le cose alle origini. Concentrati su eventuali piccole vittorie. Poi, una volta finito, mentalmente o fisicamente, fai un elenco di 3 cose che sono andate bene e una cosa che vorrei migliorare per la prossima volta. Poi c'è l'importantissima memoria a breve termine che è vitale per tutti gli atleti: dimenticatela e vai avanti! Non soffermarti sugli aspetti negativi, ma concentrati sulla via da seguire.
10. La mia eroina equestre è Lucinda Green – 6 vittorie a badminton su 6 cavalli!!! È davvero una delle grandi amazzoni e la sua comprensione dei cavalli e della loro natura è fondamentale in tutti i suoi insegnamenti. Ucciderei per avere la posizione della parte inferiore della gamba!
Non ci sono commenti

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.

it_ITItalian