Menù

Da Pony Clubber a premiata donna d'affari

FOMO Pic Product

Da Pony Clubber a premiata donna d'affari

Crescendo, ero il tipico ragazzo del Pony Club; conosci il tipo, assolutamente senza paura e sempre in movimento. Mi arrampicavo costantemente senza sella per andare al campo, saltando qualsiasi cosa fosse rimasta ferma abbastanza a lungo e galoppando qua, là e ovunque. 

Ho amato tutto ciò che è cavallino e ho partecipato a tutti gli spettacoli possibili, quindi naturalmente i miei genitori hanno trascorso i fine settimana portando me e il mio pony a gare, raduni e giornate divertenti. Dressage, salto ostacoli, cross country, spettacoli, giochi di pony club, lo chiami, ce l'abbiamo fatta! 

Un giorno, ero su un hack con i miei amici e i nostri pony quando un autista si è precipitato verso di noi e ho finito per separarmi da Bleu direttamente sull'asfalto. Per fortuna non c'erano ossa rotte, ma i mesi successivi consistevano in frequenti visite dal fisioterapista a causa di un dolore lancinante alla schiena. La parte peggiore? Non è consentita la guida.

Quando alla fine ho ottenuto l'ok per tornare in sella, i miei genitori mi hanno fatto giurare di indossare una protezione per il corpo ogni volta che il mio sedere era in sella. Come puoi immaginare, non è andata particolarmente bene. Come tutti gli altri, volevo disperatamente inserirmi, quindi l'argomento "ma nessun altro ne indossa uno" era una lotta quotidiana in casa nostra. 

Il mio pony all'epoca era un po' un personaggio e lanciava soldi in ogni occasione. Ero abituato alle sue buffonate da rodeo, ma ho lottato per sedermi sui dollari più esuberanti quando indossavo la mia vecchia protezione per il corpo goffa; era restrittivo, scomodo e inibiva la mia abilità in sella. 

Avanti veloce di alcuni anni; sia pony che body protector ora troppo piccoli per me, ho fatto le valigie e mi sono diretto per la settimana delle matricole all'Università di Strathclyde. Quando mi sono laureato con lode in Ingegneria dello Sport, Design Manufacturing e Engineering Management, un buon decennio o giù di lì da quella protezione per il corpo ingombrante e scomoda, era evidente che non c'era stata una vera innovazione in questo sport.

Ora avevo le conoscenze e le abilità della mia laurea in ingegneria per reinventare l'abbigliamento di sicurezza per equini, quindi è nata FOMO. Per me era importante creare qualcosa che ispirasse la fiducia del ciclista e massimizzasse il movimento e l'abilità in sella, qualcosa che i motociclisti VOGLIONO indossare piuttosto che indossarlo solo quando necessario. 

Sai quello che dicono; se vuoi che qualcosa sia fatto bene, fallo da solo.

Carmen x

Non ci sono commenti

Siamo spiacenti, il modulo di commento è chiuso in questo momento.

it_ITItalian